Spedizione GRATUITA con soli 19,90€ di acquisto

Alimentazione

  1. LA VERA PASTA BIOLOGICA

    LA VERA PASTA BIOLOGICA

    Autore: Codice Natura Staff

    Pasta, pasta, pasta… italians DOC! Noi italiani abbiamo elevato un cibo a simbolo della nostra italianità. Già, La pasta. Pasta corta, lunga, liscia, rigata, spessa, sottile… e chi può farne a meno? Proprio per questo, perché è tanto diffusa, è importante che sia di qualità.
    Ma cosa significa pasta di qualità?
    Pensiamo alle generazioni passate, ad esempio nell’Ottocento. Cosa significava “qualità” a quei tempi? In quelle epoche la qualità era data dalla bravura della nonna che trasmetteva alla novella mamma i segreti della cucina. Non è così?
    Pensiamoci bene: allora era tutto pulito! Qualità significava “bontà”, ossia cucinare in modo saporito con quello che si aveva a disposizione.

    Leggi di piu' »
  2. I PERICOLI DELL’IGNORANZA ALIMENTARE

    I PERICOLI DELL’IGNORANZA ALIMENTARE

    L’assenza di conoscenza su qualsiasi argomento è la condizione naturale di tutti gli esseri umani. Quando nasciamo non sappiamo nulla. Siamo guidati esclusivamente da alcuni istinti di base, peraltro molto ridotti rispetto a quelli che regolano il regno animale. Tutto quello che impariamo, lo apprendiamo inizialmente dalla famiglia e in seguito dalla società in cui viviamo. Possiamo quindi affermare che la qualità della vita di una persona dipende quasi interamente dal luogo di nascita.

    Leggi di piu' »
  3. FILOSOFIE ALIMENTARI A CONFRONTO

    filosofie alimentari a confronto

    Autore: Codice Natura Staff
    Naturismo,  vegetarianesimo, crudismo, vegan, sono alcuni dei termini a cui siamo stati progressivamente abituati. Ognuno di essi implica aspetti differenti relativi all’alimentazione, modalità comportamentali e filosofie specifiche.
    In questo articolo non vogliamo descrivere ognuna di queste discipline alimentari e le sue caratteristiche, ma fare alcune considerazioni generali e introduttive.

    Leggi di piu' »
  4. LO ZOLFO

    LO ZOLFO

    Lo zolfo, dopo il calcio e il fosforo, è il minerale più presente nel nostro organismo. Quasi metà dello zolfo contenuto nel nostro corpo si trova nei muscoli, nelle ossa e nella pelle. Esso è strettamente connesso alle proteine. Per fare un esempio, la cheratina, principale componente costitutivo di unghie e dei capelli, è una proteina ad alto contenuto di zolfo ed è quest’ultimo che ne determina le proprietà.

    Questo minerale svolge un’analoga e fondamentale funzione nei tessuti cartilagenei e sul tessuto connettivo, dove legandosi alle proteine consente la flessibilità organica che contraddistingue il nostro corpo a livello muscolare, articolare e nella pelle.

    Con l’avanzare dell’età diventa quindi molto importante assicurarsi che non vi sia carenza di zolfo nell’organismo, la quale contribuirebbe considerevolmente al processo di invecchiamento dei tessuti connettivi ed alla rigidità articolare.

    Questo fondamentale minerale non esaurisce le sue funzioni con

    Leggi di piu' »
  5. LO ZINCO

    LO ZINCO

    Lo Zinco è attivo in tutti i tessuti. Più di 300 funzioni organiche sono attivate da questo prezioso oligominerale, eppure se ne parla poco e una stima indica che l’80% degli individui soffre di una sua carenza.

    Lo zinco agisce sul sistema immunitario e protegge da un alto numero di malattie.

    Esso partecipa al ciclo di Krebs (ciclo dell’acido citrico). Si tratta di un processo metabolico fondamentale per la respirazione cellulare e fornisce numerosi precursori attivi nella produzione di amminoacidi e molecole basilari per le cellule.

    Lo zinco è rilevante anche per il corretto assorbimento di molte vitamine, in particolare per il gruppo B, agisce nella sintesi del DNA ed è fondamentale per il corretto funzionamento delle ghiandole sebacee della pelle.

    Sembra appurato che una carenza di questo oligominerale favorisca una predisposizione alla formazione di tumori, per diminuite difese organiche.

    Sia nell’uomo che nella donna incide sulla sfera gen

    Leggi di piu' »
  6. VITAMINA A

    VITAMINA A

    La vitamina A fa parte delle vitamine liposolubili. Attraverso la nutrizione È possibile assimilare la vitamina A in due differenti forme: preformata o provitamina. La preformata è il risultato della metabolizzazione del betacarotene assimilato dagli animali attraverso ciò di cui si nutrono. Mangiando carni o derivati animali assumiamo vitamina preformata, ovvero già trasformata dal metabolismo animale.

    La provitamina A (betacarotene) si trova nei vegetali ed è considerata il precursore della vitamina A, ossia ciò che ingerito si trasforma in questa vitamina attraverso I processi metabolici.

    Fino ad oggi sono stati scoperti circa 500 carotenoidi contenuti in varie verdure. Benché il termine betacarotene evochi immediatamente l'immagine della carota, che in effetti ne è molto ricca, esistono vegetali a foglia verde che ne contengono quantità ancora superiori, come ad esempio la verza, le bietole e gli sp

    Leggi di piu' »
  7. I PESTICIDI

    I PESTICIDI

    Autore: Staff CodiceNatura
    “Quando scopriamo che quel che ieri era “il trionfo della chimica moderna” è invece una minaccia mortale all’ambiente mondiale, è legittimo chiedersi cosa altro non sappiamo. Di fronte a queste considerazioni appare sempre più urgente imboccare l’unica strada che fino ad ora non è stata percorsa nè nella guerra contro il cancro, né per altre patologie, ovvero la strada della Prevenzione Primaria, cioè una drastica riduzione della esposizione a tutti quegli agenti chimici e fisici già ampiamente noti per la loro tossicità e cancerogenicità”.
    (Devra Davis – epidemiologa statunitense)

    Leggi di piu' »
  8. VITAMINA E

    VITAMINA E

    La vitamina E, nota anche come tocoferolo, appartiene al gruppo delle vitamine liposolubili. Svolge un’importante azione antiossidante, è considerata molto utile per ritardare l’invecchiamento e per l’eliminazione dei metalli tossici. Utilizzata per favorire la fertilità, sembra apportare benefici generali all’apparato genitale maschile.

    Implicata nella respirazione cellulare di tutti muscoli, è fondamentale per la produzione di energia. Qui ci troviamo di fronte ad un micro nutriente per parlare del quale sarebbe necessario un intero trattato, perché la vitamina E svolge funzioni veramente molto importanti per il nostro organismo.

    Questa vitamina è stata ampiamente sperimentata per la cura delle malattie della pelle, spesso in associazione con la vitamina C e con la B3 (Niacina). Applicazioni locali di tali vitamine sono state utilizzate per curare vari generi di ferite e scottature gravi, anche di vecchia data. Nel 2003 sono stati pubblicati più di 29 rapporti che

    Leggi di piu' »
  9. LA VITAMINA C (acido ascorbico)

    LA VITAMINA C (acido ascorbico)

    La C è una vitamina idrosolubile non sintetizzabile dall’organismo umano, che richiede l’assunzione dall’esterno attraverso l’alimentazione o l’integrazione. È un antiossidante potente, che nel liquido intracellulare e nel sangue protegge dall’aggressione dei radicali liberi. L’acido ascorbico è necessario per la formazione del collagene, la principale proteina dell’organismo, indispensabile per la produzione del tessuto connettivo (pelle, ossa e vasi sanguigni) e per la rigenerazione dei tessuti. Agisce per l’assorbimento di molte sostanze nutritive e nel metabolismo di alcuni aminoacidi. Favorisce il corretto utilizzo dei carboidrati e la sintesi dei grassi e delle proteine. È uno straordinario antivirale.

    Si tratta di una vitamina molto suscettibile alla luce, all’ossidazione e alle fonti di calore, per cui la cottura dei cibi, l’esposizione diretta alla luce, la conservazione di spremute al di fuori del frigorifero e il contatto con metalli ne alterano la struttura, in alcuni c

    Leggi di piu' »
  10. LE VITAMINE DEL GRUPPO B

    LE VITAMINE DEL GRUPPO B

    Un fatto curioso è che non si può affermare quale sia il numero esatto delle vitamine appartenenti al gruppo “B”, per il semplice fatto che non tutti gli studiosi accettano la medesima catalogazione. Diremo quindi che sono circa 15.

    Si parla del “gruppo B” perché queste vitamine hanno la particolarità di operare fra loro in modo sinergico. Anche se ognuna assolve a compiti specifici, il numero di enzimi che attivano nell’organismo e la complessità delle trasformazioni a cui danno origine, è talmente elevata da rendere impossibile considerarle in maniera totalmente isolata le une dalle altre.

    L’attivazione enzimatica prodotta dal gruppo B è molto importante. Esistono più di centomila differenti tipologie di enzimi. Essi traducono in azione le informazioni genetiche contenute nel DNA.

    Gli enzimi modificano ogni genere di sostanza attraverso processi di conversione e trasformazione, costruiscono nuovi tessuti e riutilizzano i costituenti di quelli in disuso. Sono pot

    Leggi di piu' »
Pagina